About Sabrina

Photographer, and blogger. I write about Italian food and travels, and photography.

A photographer in a real Kitchen… Cooking School

Una divista Bianca, La toque un set di coltelli e.. una macchina fotografica

(English text after read more)

Ormai sono passati mesi…

Ma rileggevo alcuni appunti per “post mai postati” ed eccone uno di qualche tempo fa che merita di uscire allo scoperto, perchè cronaca di un pezzetto dei miei ultimi studi, fatiche e percorso.

Così è iniziata la mia avventura nella cucina scuola di Nuova Tu Chef a Novembre dell’anno scorso: invitata da Anna Maria Palma, Chef, proprietaria e insegnante della scuola stessa a documentare fotograficamente un corso dei suoi, ho indossato i panni da allieva e mi sono messa a studiare le tecniche dell’arte culinaria.

Da sempre appassionata di cucina, da un pò alle prese con ricette e impiattamenti per le mie foto, mi sono sempre sentita limitata nella possiblità di esprimermi per mancanza di basi solide in cucina…

Quindi come ha detto Anna Maria il primo giorno che ci siamo conosciute: ” il nostro incontro è stato come il cacio sui maccheroni”… m anche una Cacio e Pepe con Gamberi… va benissimo!

CacioPepeGamberi_GianniBono_SabrinaRossi ph_samll

 Chef G.Bono “Cacio e Pepe con Gamberi”

Da dove si comincia?

Prima di mettere le mani sui coltelli e a “bruciare padelle” (come direbbe lo Chef Guidi, insegnante e direttore della scuola in via Bardanzellu)…

Tuchef_SRossiIMG_3750_small

…si passa attraverso: esperienze sensoriali, strippature dell’ olio; un pò di cultura dell’ alimentazione in rapporto con la storia dell’umanità con Sergio Grasso (6 ore di lezione su storia e arte che ho ascoltato incantata ma che in effetti non tutti hanno saputo apprezzare); lezioni su alimenti e prodotti tenute da Gabriella Cinelli (Chef dell’ Hotel Adriano) che con il suo lavoro nello Slow Food rende l’idea di quello che per me è il futuro di un vero chef, completo: uno che conosce l’ origine dei prodotti che cucina, che scova il prodotto del suo territorio e lo sa esaltare al massimo portando la cucina a collaborare con la realtà che la circonda grazie al recupero di tradizioni e ingredienti quasi perduti.

Eccoci finalmente in cucina, coltelli alla mano a tagliare julienne, rosmarino in polvere (senza ossidarlo mi raccomando) e spadellare chili di sale grosso…

E io? Io scatto-scatto e attraverso la mia lente, ogni passaggio diviene chiaro e si arriva a preparare i primi piatti: le insalate diventano risotti, che saranno poi lunghe preparazioni come brasati e ragù.

SabrinaRossi_Tucher_IMG_8911small

Per arrivare alla prova finale, nella cucina di un ristorante vero, con menu completo, elaborato e realizzato per parenti e amici paganti. Quella sera, la sera della nostra prova, ho visto in cucina 11 ragazzi urlanti all’ antipasto, che si sono poi dimostrati 11 cuochi coordinati, alla fine del servizio, sul dolce (dopo tutto “dulcis in fundo”).

Così quelli che erano solo i compagni di corso alla fine diventano la “tua prima brigata”.

@NuovaTuChef Royalty

IMG_0601_Tuchef_Natale

A proposito di dolce, qui un esempio delle deliziose creazioni dei colleghi del corso di pasticceria, come posso dimenticare che a fine di ogni lezione ci scambiavamo piatti e commenti su quello che avevo preparato?

@NuovaTuChef Royalty

Insomma questa, in breve, la descrizione degli ultimi tre mesi come cuoca-fotografa. La mia macchina ne ha vista delle belle: ha schivato schizzi di fritto, e scattato foto tra fumi di enormi tegami di pasta,

Tuchef_IMG_8688_Small

Tuchef_IMG_8510small

ma soprattutto ha catturato l’emozione dei miei colleghi che a fine di ogni lezione, orgogliosamente, tenevano fra le mani quello che per loro era un piatto da 3 stelle. (La prima cacio e pepe fatta “a regola d’arte” non si scorda mai.)

Tuchef__SabrinaRossiIMG_5664_small

Tuchef__SabrinaRossiIMG_5752small  Tuchef__SabrinaRossiIMG_9321small

Non potevo poi non fotografare i meravigliosi piatti creati con l’aiuto di tutti gli chef insegnanti della scuola

Tuchef_IMG_9803_small

Chef Alessandro Circiello Millefoglie di Maiale alle Mele

@NuovaTuChef Royalty

Chef Gianni Bono “Amatriciana di Mare”

 

 

IMG_0689_uchef_Natale 1IMG_0078_Tuchef_Natale 1

Chef Paolo di Giorgio “Dadolata di Verdure In Aspic” finger food e  Chef Giovanni Sergnese “Focaccia Dolce  Al miele e Uvetta”

Che cosa ho imparato?

1. I fondamenti della cucina

SabrinaRossi_Tucher_IMG_8820_small

@NuovaTuChef Royalty

2. gli Chef sono creature vanitose, quindi amano essere fotografate;

@NuovaTuChef Royalty

IMG_0906_TuChef_Natale

IMG_0231_Tuchef_Natale 1

 

3. una cucina vera è un delirio: caldo e ritmi sostenuti, padelle roventi e momenti di panico… Per lavorare in un ristorante, per diventare un giorno uno chef, non basta saper cucinare: ci vogliono preparazione, organizzazione, una buona testa, tanta umiltà e tantatantatanta passione.

A questo punto voglio ringraziare la bellissima Chef Anna Maria Palma per avermi aperto le porte della cucina della sua scuola senza nessuna censura per la mia macchinetta. Sempre solare e professionale sa come indirizzare, guidare ma anche consigliare chi esce dalla scuola.

@NuovaTuChef Royalty

 

Vorrei anche augurare alla mia brigata Bardanzellu di arrivare lontano, di non fermarsi fino a quando la loro toque non avrà toccato il tetto del miglior ristorante dei loro sogni.

Ps: Per tutti coloro che amano la cucina e vogliono fare questo corso contattemi o andate al sito della scuola

Per tutti quelli che vogliono fare gli chef, ecco leggete Kichen Confidential. Tante risate, molte informazioni e la realtà nuda e cruda dei retro scena della Cucina.

 

 

@ Tutte le foto di questo post sono di Royalty della Scuola di Cucina NuovaTuChef

 

[…]

Fette Biscottate and Some Spring Pictures!

Fette Biscottate And Spring Pictures…

fettebiscottate_generica small copy#nopalmoil #foodrevolution

Versione Italiana dopo Read More

Yesterday was the first day of spring, 21 March. I was coming back from an amazing job adventure in Milan. Yes! For a fabulous Italian Magazine, La Cucina Italiana.  And from visiting my sweet nephew and nice…There I spent time playing with them, decorating eggs for Easter and baking “bignè di San Giuseppe” for my brother (those are typical sweet treats we use to give for Father’s day, 19th March)

Arrived here I have so many things to do but I decide to take it easy for one time in my life. So between cooking, and tasting, styling and shooting I decide that was time to write here about my last recipe:

“Fette Biscottate”, I don’t like the” rusk”word to translate, but this is what it is, slices of sweet bread with barley malt flavor. I did  this recipe because I decide to start to avoid palm oil and all the things are made with that. It seems impossible, but somewhere I have to start.

fettebiscottate_ bauletto1small

Recipe inspired from Anice e Cannella

Fette Biscottate

Ingredients for 30 slices.

500g wholemeal

flour 500g flour  7 cereals

100g caster sugar

10g dry yeast

3 tsp malt barley

450ml water

2 egg whites

100ml sunflower oil 1

10g salt

1 egg yolk

Dissolve the yeast in the water, then add all the dry ingredients, then the egg white, and the oil. Make the food processor work for about 15 ‘ with the hanger hook, medium-low speed. Finally, add the salt and let it go for other 5 ‘. Let it in a bowl  for 30’, at room temperature, covered with foil. Then divided into 3 loaves of equal size. Let  them rise for about 15 ‘. Then rolled out with your hands and roll up tightly along the long side (like a baguette) each loaf and place them in trays sliced ​​bread. Let rise for one hour at about 28-30 ° C. As soon as the loaf look enough rised, brush and bake at 180 ° C for 30 ‘. Then cover with aluminum foil and turn down to 160-170 ° C (depending on the oven). Let cool on wire rack. The next day, slice each loaf in 8mm slices and bake them  at the lowest Temperature until they will become golden and dry. (About 1h baking at 120°C)

So because in Italy as you maybe know we like sweet breakfast this is my way to star days… thinking I have done a small step for a good reason.

NO PALM OIL, that’s my daily food revolution.

fettebiscottate_alto small

 

[…]